domenica 13 maggio 2018

Martedì 22 maggio - Pella - Se l'aria buona dentro mi manca



Venerdì 18 maggio - serata a Cureggio su Manzetti

Si svolgerà venerdì 18 maggio alle ore 21 presso la Biblioteca Comunale di Cureggio una serata dal titolo “Innocenzo Manzettti colui che inventò il telefono(una storia sconosciuta)”. Alla conferenza interverranno Fabio Valeggia, ideatore del progetto Accendiamo la Memoria e Antonella Mecenero scrittrice ed autrice del libro “Sherlock Holmes e il mistero dell’uomo meccanico”, un romanzo liberamente ispirato alla vita di Innocenzo Manzetti.
Innocenzo Manzetti, di origini invoriesi visse nella seconda metà dell’Ottocento e fu un inventore assai prolifico sebbene dai posteri quasi totalmente dimenticato. Durante la serata verranno raccontate molte curiosità ed aneddoti sulla sua vita e sulle sue invenzioni.

Ingresso libero.


Venerdì 4 maggio - Casa di Paglia Fontaneto

Ultimo appuntamento alla Casa di Paglia di Fontaneto per i venerdì della storia. Il prof. Alberto Temporelli ci parlerà di Frà Dolcino.


mercoledì 11 aprile 2018

I venerdì della Storia a Casa di Paglia


Venerdì 13 aprile alle ore 21 presso la Casa di Paglia in via della Pace a Fontaneto d'Agogna (NO) prenderà il via la rassegna "I venerdì della storia a Casa di Paglia" che prevede tre incontri su tematiche storiche.

Il primo appuntamento è dedicato al mondo del lavoro, con la presenza di Fabio Valeggia coordinatore del progetto Accendiamo la Memoria (accendiamolamemoria.it) e dello scrittore Maurilio Riva autore del libro "Se i muri potessero raccontare".

Valeggia parlerà attraverso le immagine d'epoca delle storie delle fabbriche e del lavoro dal Novarese al Cusio. Dalla Torcitura di Borgomanero alla Bemberg di Gozzano, dalla Giocattoli Cardini di Omegna alla Moto Galloni di Borgomanero.

Maurilio Riva presenterà invece il suo ultimo libro, pubblicato nel 2017 da Edizioni Unicopli.

"Se i muri potessero raccontare" è un romanzo nel quale la natura del narratore viene palesata dal sottotitolo "Memorie operaie in cemento armato": la voce di una fabbrica abbandonata i cui muri stanchi di invecchiare e deprimersi in solitudine decidono di raccontare la vita delle persone che lì dentro hanno lavorato e lottato.

Sono memorie in cemento armato in quanto testimonianza dei muri della fabbrica, memorie coriacee poiché granitici erano quegli anni per la durezza delle battaglie e il tipo di conflitto.

È una Spoon River operaia in cui la pietas accomuna la tristezza dei grandi agglomerati manifatturieri inselvatichiti nell'attesa di fruttiferi riutilizzi e la fatica per togliere dal cono d'ombra dell'oblio sofferenze e passioni di donne e uomini che in quei luoghi spesero intera o in parte la loro esistenza. Per riflettere sul perché di ciò che è stato e non è più.



Il prossimo appuntamento è previsto per venerdì 27 aprile con la presenza di Giovanni Cerutti Direttore Scientifico dell'Istituto Storico della Resistenza di Novara con una serata dal titolo: "L'eredità della Resistenza. Democrazia e diritti nell'Europa contemporanea".

Infine l'ultimo appuntamento è stato fissato per venerdì 4 maggio con una serata dal titolo: "Frà Dolcino un eretico medioevale" a cura del prof. Alberto Temporelli.

L'ingresso è libero.

lunedì 6 novembre 2017

Serata a Fontaneto d'Agogna (NO)

Nuovo appuntamento con il Progetto Accendiamo la Memoria. Venerdì 10 novembre 2017 saremo ospiti della Casa di Paglia di Fontaneto d'Agogna (NO).  Vi aspettiamo.



Interessante presenza di pubblico per la serata di Gravellona Toce

Nell'ambito dell'ottobre culturale Gravellonese, si è tenuta nella serata di venerdì 6 ottobre presso la Biblioteca Civica "F.Camona", una serata dal titolo "Una storia sconosciuta per una grande invenzione" - relatore Fabio Valeggia.
La serata, presentata dall'Associazione Archeologica Culturale "Felice Pattaroni" ha registrato una importante presenza di pubblico, facendo conoscere anche a Gravellona Toce il Progetto Accendiamo la Memoria.


Fotografia a cura dell' Associazione Archeologica Culturale Felice Pattaroni